CLAI vince il Bando di Filiera della Regione ER con un progetto che garantisce il benessere animale, alti standard di qualità e la massima trasparenza verso il consumatore

20 dicembre 2018

Con due progetti di Filiera bovina e suina orientati al miglioramento della qualità di produzione, alla sostenibilità ambientale e finalizzati a garantire al consumatore la massima trasparenza di tracciabilità del prodotto, CLAI si è aggiudicata il Bando di Filiera finanziato dell’Unione Europea e inserito nel Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna.
Il Piano di Innovazione di Filiera si sviluppa all’interno di una realtà all’avanguardia come CLAI, che da oltre mezzo secolo adotta le procedure operative più avanzate per assicurare il benessere animale e alti standard di qualità nel sistema di trasformazione e lavorazione.
L’Assessore Regionale Simona Caselli: “”
“Con il bando sui progetti di filiera chiuso nel 2018 – dichiara l’Assessore Regionale all’Agricoltura Simona Caselli – abbiamo messo a disposizione 135 milioni di euro per sostenere piani di investimento puntando in particolare su progetti ad alto tasso di innovazione: un elemento strategico e decisivo per tutte le aziende aggiudicatarie, come l’importante realtà di CLAI, in grado di rafforzare la competitività dell’agroalimentare dell’Emilia-Romagna sui mercati nazionali e internazionali. CLAI è un’eccellenza italiana riconosciuta nel mondo che porta valore al territorio”.
Attraverso un’attività di ricerca effettuate nel Piano Innovazione di Filiera, CLAI studierà la possibilità di fornire al consumatore carni fresche e piatti pronti ad alto valore aggiunto, accompagnati da un’etichettatura intelligente, in grado di rispondere alle esigenze dei consumatori, non solo in termini di origini dell’animale, ma soprattutto per quanto riguarda gli aspetti nutrizionali, salutistici e di qualità sensoriale del prodotto finito.
“All’interno di questo piano – commenta Pietro D’Angeli, Direttore Generale di CLAI – vogliamo mettere a punto nuove tecnologie di produzione e realizzazione di prodotti innovativi per il mercato. Studieremo gli effetti migliorativi degli interventi che attueremo sulla filiera delle carni fresche e sui prodotti stagionati per rispondere alle attuali esigenze dei consumatori in termini di qualità sensoriale, salutistica e di sicurezza”.

Seguici su Facebook